Vincenzo Topo Amministratore Condominiale


Vai ai contenuti

Codice Penale

Leggi e Sentenze > Alcune Leggi Speciali

CODICE PENALE (R.D. 19 ottobre 1930, n. 1398)


Art. 434 - Crollo di costruzioni o altri disastri dolosi
Chiunque, fuori dei casi preveduti dagli articoli precedenti, commette un fatto diretto a cagionare il crollo di una costruzione o di una parte di essa ovvero un altro disastro Ŕ punito, se dal fatto deriva pericolo per la pubblica incolumitÓ, con la reclusione da uno a cinque anni.pena Ŕ della reclusione da tre a dodici anni se il crollo il disastro avviene.

Art. 449 - Delitti colposi di danno
Chiunque, al di fuori delle ipotesi previste nel secondo comma dell'articolo 423-, cagiona per colpa un incendio o un altro disastro preveduto dal capo primo di questo titolo, Ŕ punito con la reclusione da uno a cinque anni (modificato dall'art. 1 del D.L. 4 agosto 2000, n. 220, convertito in legge 6 ottobre 2000, n. 275 e confermato dall'art. 11, comma 7, legge 21 novembre 2000, n. 353).pena Ŕ raddoppiata se si tratta di disastro ferroviario o di naufragio o di sommersione di una nave adibita a trasporto di persone o di caduta di un aeromobile adibito a trasporto di persone.

Art. 614 - Violazione di domicilio
Chiunque si introduce nell'abitazione altrui, o in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi, contro la volontÓ espressa o tacita di chi ha il diritto di escluderlo, ovvero vi s'introduce clandestinamente o con inganno, Ŕ punito con la reclusione fino a tre anni.
Alla stessa pena soggiace chi si trattiene nei detti luoghi contro l'espressa volontÓ di chi ha diritto di escluderlo, ovvero vi si trattiene clandestinamente o con inganno.
Il delitto Ŕ punibile a querela della persona offesa.
La pena Ŕ da uno a cinque anni, e si procede d'ufficio, se il fatto Ŕ commesso con violenza sulle cose, o alle persone, ovvero se il colpevole Ŕ palesemente armato.

Art. 615 - Violazione di domicilio commessa da un pubblico ufficiale
Il pubblico ufficiale, che, abusando dei poteri inerenti alle sue funzioni, s'introduce o si trattiene nei luoghi indicati nell'articolo precedente, Ŕ punito con la reclusione da uno a cinque anni.
Se l'abuso consiste nell'introdursi nei detti luoghi senza l'osservanza delle formalitÓ prescritte dalla legge, la pena Ŕ della reclusione fino a un anno.

Art. 633 - Invasione di terreni o edifici
Chiunque invade arbitrariamente terreni o edifici altrui, pubblici o privati, al fine di occuparli o di trarne altrimenti profitto, Ŕ punito, a querela della persona offesa, con la reclusione fino a due anni o con la multa da lire duecentomila a due milioni.

Le pene si applicano congiuntamente, e si procede d'ufficio, se il fatto Ŕ commesso da pi¨ di cinque persone, di cui una almeno palesemente armata, ovvero da pi¨ di dieci persone, anche senza armi.

Art. 650 - Inosservanza dei provvedimenti dell'AutoritÓ
Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall'AutoritÓ per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o d'ordine pubblico o d'igiene, Ŕ punito, se il fatto non costituisce un pi¨ grave reato, con l'arresto fino a tre mesi e con l'ammenda fino a euro 206.

Art. 659 - Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone
Chiunque, mediante schiamazzi o rumori, ovvero abusando di strumenti sonori o di segnalazioni acustiche, ovvero suscitando o non impedendo strepiti di animali, disturba le occupazioni o il riposo delle persone, ovvero gli spettacoli, i ritrovi o i trattenimenti pubblici, Ŕ punito con l' arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 309.applica l'ammenda da euro 103 a euro 516 a chi esercita una professione o un mestiere rumoroso contro le disposizioni della legge o le prescrizioni dell'AutoritÓ.

Art. 672 - Omessa custodia e mal governo di animali
Chiunque lascia liberi, o non custodisce con le debite cautele, animali pericolosi da lui posseduti, o ne affida la custodia a persona inesperta, Ŕ punito con la sanzione amministrativa da euro 25 a euro 258.stessa pena soggiace:
1) chi, in luoghi aperti, abbandona a se stessi gli animali da tiro, da soma o da corsa, o li lascia comunque senza custodia, anche se non siano disciolti, o li attacca o conduce in modo da esporre a pericolo l'incolumitÓ pubblica, ovvero li affida a persona inesperta;
2) chi aizza o spaventa animali, in modo da mettere in pericolo l'incolumitÓ delle persone.

Art. 674 - Getto pericoloso di cose
Chiunque getta o versa, in un luogo di pubblico transito o in un luogo privato ma di comune o di altrui uso, cose atte a offendere o imbrattare o molestare persone, ovvero, nei casi non consentiti dalla legge, provoca emissione di gas, di vapori o di fumo, atti a cagionare tali effetti, Ŕ punito con l'arresto fino a un mese o con l'ammenda fino a euro 206.

Art. 676 - Rovina di edifici o di altre costruzioni
Chiunque ha avuto parte nel progetto o nei lavori concernenti un edificio o un'altra costruzione, che poi, per sua colpa, rovini, Ŕ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929 (modificato dall'art. 51 del D.Lgs. 30 dicembre 1999, n. 507; l'autoritÓ competente ad applicare la sanzione amministrativa Ŕ il sindaco).dal fatto Ŕ derivato pericolo alle persone, la pena Ŕ dell'arresto fino a sei mesi ovvero dell'ammenda non inferiore a euro 309.

Art. 677 - Omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina
Il proprietario di un edificio o di una costruzione che minacci rovina ovvero chi Ŕ per lui obbligato alla conservazione o alla vigilanza dell'edificio o della costruzione, il quale omette di provvedere ai lavori necessari per rimuovere il pericolo, Ŕ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929 (modificato dall'art. 52, comma 1, del D.Lgs. 30 dicembre 1999, n. 507; l'autoritÓ competente ad applicare la sanzione amministrativa Ŕ il sindaco).stessa sanzione si applica a chi, avendone l'obbligo, omette di rimuovere il pericolo cagionato dall'avvenuta rovina di un edificio o di una costruzione (modificato dall'art. 52, comma 1, del D.Lgs. 30 dicembre 1999, n. 507).dai fatti preveduti dalle disposizioni precedenti deriva pericolo per le persone, la pena Ŕ dell'arresto fino a sei mesi o dell'ammenda non inferiore a euro 309.




Home Page | Notizie | Contattaci | UtilitÓ Condominiali | Orario di Lavoro | Richiedi un Preventivo | Leggi e Sentenze | Newsletter | Mettiti in Contatto | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu